Uso e manutenzione

 

FUMO e VAPORE, a lungo andare possono danneggiare la cucina. Per combatterli basterà accendere la cappa ad ogni operazione di cottura, lavare periodicamente i filtri metallici e sostituire i filtri sintetici per mantenere l’apparecchio in perfetta efficienza.


ANTE e CASSETTI, hanno doti eccezionali ma per preservare la loro stabilità evitare di appendervi o di appoggiarvi sulle ante e sui cassetti.


PORTATA MASSIMA, di ripiani e pensili: ad ogni ripiano è consentito un carico massimo di 35 Kg distribuito uniformemente. I pensili, indipendentemente dal loro volume, hanno una portata massima di 80 Kg. Si consiglia comunque di non caricare i pensili con pesi eccessivi e di distribuire gli oggetti più pesanti all’interno delle basi oppure delle colonne.


PULIZIA: per la pulizia della vostra cucina utilizzate un panno morbido e solo in caso di sporco più resistente usate un detergente liquido (del tipo per vetri) rimuovendo subito dopo le tracce con un panno asciutto per evitare striature od opacizzazioni. Evitate l’uso di creme abrasive o solventi, non servitevi di pagliette o prodotti contenenti creme abrasive che comprometterebbero la specularità della superficie.


PULIZIA DIETRO GLI ZOCCOLI: Rimuovere periodicamente gli zoccoli tirandoli verso l’esterno. Dopo la pulizia degli spazi prima di rimontarli assicuratevi che le pinze di aggancio abbiano mantenuto la corretta posizione.


INFILTRAZIONI D’ACQUA: Nel caso di infiltrazioni d’acqua in corrispondenza del lavello, anche se da noi ben protetto, intervenite prontamente chiamando un idraulico di vostra fiducia per evitare conseguenti danni ai mobili.


STRUTTURE: Vanno pulite semplicemente con panno morbido e solo in caso di sporco più resistente utilizzate un detergente liquido (del tipo per vetri). Rimuovere subito dopo le tracce con panno asciutto per evitare striature od opacizzazioni. Tutte le nostre cucine hanno una struttura con uno spessore pari a 18 mm, in materiale idrofugo per resistere al meglio ad infiltrazioni o umidità temporanea. Per i bordi vengono usati collanti poliuretanici con elevata resistenza all’acqua e alle temperature, tuttavia non devono essere esposti oltre i 50 gradi.


MACCHIE DI CALCARE: Evitare la loro formazione asciugando eventuali gocce d’acqua prima che formino il calcare; eventualmente questo va tolto usando dei detergenti contenenti acidi deboli (acido acetico al 10-15% acido citrico diluito). Per macchie di calcare più leggere può bastare anche una spugna strizzata con acqua tiepida e aceto.


PULIZIA ANTE E FRONTALI IN LAMINATO: Pulire usando un panno morbido e solo in caso di sporco più resistente utilizzare un detergente liquido (del tipo per vetri) e subito dopo pulire con un panno asciutto per evitare striature od opacizzazioni. Le ante in laminato delle nostre cucine sono realizzate per resistere al meglio alle infiltrazioni d’acqua e umidità, infatti per le bordure utilizziamo collanti poliuretanici resistenti al calore ed al vapore. Tutte le parti dell’anta vengono poi pressate ad alti procedimenti di calore per evitare qualsiasi possibilità di scollatura. Ante così protette necessitano dunque soltanto di limitati interventi.


PULIZIA ANTE E FRONTALI IN LACCATO: Pulire usando semplicemente un panno morbido e solo in caso di sporco più resistente utilizzate alcool etilico diluito. Le ante laccate, più delicate del laminato, sono da noi trattate con ottime vernici e prima di essere messe in produzione, vengono sottoposte a test di laboratorio al fine di verificare la loro resistenza alla luce. Tra i laccati solo quelli che riportano la massima votazione vengono messi in produzione. Malgrado questo particolare, il colore del laccato può subire nel tempo alcune variazioni e per ritardare o evitare il processo di variazione del colore consigliamo semplicemente di non esporre la cucina ai raggi diretti della luce solare.


PULIZIA ANTE E FRONTALI IN LEGNO: Pulire usando semplicemente un panno umido e soffice e solo in caso di sporco più resistente utilizzate un detergente liquido (del tipo per vetri); subito dopo pulite le tracce con un panno asciutto. Per le ante in legno usiamo legni ben stagionati della migliore qualità e li lavoriamo con la massima cura artigianale. Esse vengono trattate con ottime vernici che però non possono scongiurare completamente eventuali danni provocati da persistenti infiltrazioni o sgocciolamenti. Nonostante la stabilizzazione del legno e una progettazione che prevede lo scorrimento delle fibre in movimento, una eccessiva umidità o il troppo secco possono provocare danni. I nostri legni tollerano bene le normali condizioni di temperatura e umidità. Si raccomanda di asciugare sempre eventuali gocce d’acqua e vapore per evitare scrostature di vernici in particolare sotto il lavello e vicino alla cappa.


PULIZIA PIANI IN GRANITO, MARMO, PRECOMPOSTI: I piani in granito e precomposti hanno una struttura particolarmente resistente alle abrasioni o sollecitazioni d’urto, presentano una superficie lucida e compatta. Per la pulizia ordinaria usare detersivi leggeri ed alcool, per una pulizia più intensa e radicale potete usare tranquillamente pagliette domestiche. Le macchie vanno asportate subito, per i piani in granito eventuali aloni tendono comunque a scomparire per assorbimento con il tempo (2-3 mesi circa). Per i piani in marmo, la loro particolare composizione (carbonato di calcio) richiede una maggiore cura nell’uso ed una cura particolare nella manutenzione. Pulire la superficie solo con acqua tiepida e sapone evitando detersivi liquidi. Eventuali liquidi di origine alimentare: vino rosso, cola, olio, aceto, caffè, frutta e ortaggi possono provocare macchie e aloni di difficile asportazione; evitare di appoggiare oggetti di calore quali pentole tegami e coperchi. Prestare attenzione anche all’acido citrico presente ad esempio su frutta, pomodori e agrumi il quale può provocare irrimediabili segni di corrosione.


PULIZIA PIANI IN LAMINATO: Per la pulizia ordinaria utilizzate semplicemente un panno morbido e in caso di sporco o macchie usate un detersivo liquido (va bene anche detergente per vetri) strofinando con una spugna, passare poi un panno asciutto per evitare striature od opacizzazioni. Non utilizzare assolutamente pagliette o prodotti contenenti paste abrasive le quali comprometterebbero la specularità della superficie. I nostri piani oltre che di ottime qualità sono lavorati con pressioni ad altissimo calore per essere di facile pulizia e non scollarsi.


PULIZIA PIANI IN ACCIAIO INOX: Anche se forte e resistente l’acciaio inox richiede alcuni accorgimenti. Per una perfetta manutenzione seguire le istruzioni riportate sulla etichetta posta dal produttore e usare solo i prodotti consigliati.

Prenota la tua visita guidata

Compila il form con i dati richiesti

SEGUICI SU: